Le non convincenti difese del ddl 735 e delle sue previste modifiche

Marino Maglietta, Crescere Insieme – A una mia Nota di critica verso le novità annunciate in buona parte dallo stesso relatore per il testo unificato (https://www.studiocataldi.it/articoli/35637-affidamento-condiviso-ora-conta-anche-l-eta.asp) ha replicato il sen. Pillon (https://www.studiocataldi.it/articoli/35738-affidamento-condiviso-una-replica-del-senatore-pillon.asp). Tristemente si deve prendere atto del permanere di difficoltà di comunicazione tra soggetti che, avendo i medesimi obiettivi, potrebbero e dovrebbero limitarsi a cercare il modo migliore per raggiungerli, accettando le critiche costruttive, anziché arrampicarsi sugli specchi per difendere l’indifendibile. Tanto più trattandosi di una tematica trasversale – individualmente e politicamente - in cui si potrebbero tranquillamente evitare i personalismi. Così non è stato, vista la “replica” piccata e stonata del senatore Pillon a osservazioni del tutto oggettive. Parliamone, dunque, e non per amor di polemica, ma solo perché il largo seguito del senatore non mi permette di sorvolare sul rischio di una pesante disinformazione.

Leggi tutto

Crescere Insieme si attiva a sostegno dei bambini "abusati"

Aperto uno sportello di primo intervento all'indirizzo

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Crescere Insieme si attiva a sostegno dei bambini "abusati", raccogliendo le storie di ognuno di voi, per trasmetterle a chi potrà fare giustizia

 

Esiste un collegamento ideologico, che agli operatori del diritto per lo più sfugge, tra gli abusi del reggiano e la dottrina del "genitore prevalente" secondo la quale, a dispetto delle indicazioni dell'affidamento condiviso, si continuano a privilegiare soluzioni squilibrate. Per Crescere Insieme, infatti, creare un “genitore collocatario” anche al di fuori di ogni necessità vuol dire arrogarsi il diritto di spezzare la simmetria naturale dei legami familiari, che esiste a prescindere dal rapporto di coppia. E genitore prevalente con emarginazione dell’altro vuol dire anche che si può sostituire il genitore biologico con quello “sociale”, che, ad es., una madre può essere rimpiazzata dalla nuova partner del padre… e, alla fine, si scivola nell’idea che entrambi i genitori sono sostituibili e i figli collocabili altrove: a torto o a ragione. E’ lo “stato etico” che decide dei legami familiari. La filosofia è la stessa. Ecco perché, nell’emergere - a Bibbiano come altrove - di tanti casi di abuso che hanno causato tanto straziante dolore Crescere Insieme ha ritenuto di doversi attivare - a partire dall’ambito regionale ma non solo - per raccogliere ogni testimonianza, offrendo sostegno e aiuto nella difficile fase della emergenza della propria vicenda attraverso i propri rappresentanti locali, contattabili attraverso la mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure al seguente telefono 335282507

Sarà poi cura del gruppo di ascolto far pervenire ai giusti soggetti istituzionali le singole storie attraverso i propri canali. (M.M.)

Il metodo di Bibbiano è lo stesso dell’alienazione parentale

In questa intervista la prof.ssa Mazzoni spiega molto bene come alla radice del caso dei bambini manipolati dagli psicologi di Bibbiano ci sia un metodo sbagliato.

Guarda a caso, si tratta dello stesso metodo che in questo blog mostriamo applicato da chi nega che un genitore possa manipolare un figlio contro l’altro. Seguendo il filo rosso dei casi come Bibbiano si trovano le stesse argomentazioni pseudoscientifiche (e in certi casi le stesse persone) che compongono la piccola e rumorosa comunità di psicologi e avvocati che si ostinano a sostenere che l’alienazione parentale “non esiste”.  

Leggi tutto l' articolo ...

Convegno a Tortona, 6 giugno 2019

L' affidamento condiviso, false credenze e luoghi comuni.

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL DIRITTO DI FAMIGLIA AVVOCATI di FAMIGLIA

- Sezione Territoriale di Alessandria - Tortona (AL) -

Sala Biblioteca Civica - Via Ammiraglio Mirabello 1 Giovedì 6 giugno 2019 ore 15.00/18.00, in occasione del 1° anniversario della costituzione della Sezione Territoriale di Alessandria organizza INCONTRO DI STUDIO DI INTERVISIONE E DIBATTITO con il patrocinio di Comune di Tortona con l’accreditamento di Ordine Avvocati di Alessandria

Relatore Prof. MARINO MAGLIETTA Presidente dell'associazione CRESCERE INSIEME e relatore della legge 54/2006 sull' affido condiviso

Con le particepitazione e l'intervento dell' Avv. RITA PRINZI, FORO di CUNEO componente comitato di gestione scuola centrale di Alta Formazione O.N.Di. F.

 

La partecipazione all’evento è libera e gratuita. Disponibilità fino ad esaurimento posti.
L’iscrizione dovrà avvenire entro il 4 giugno, inviando una mail a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
L'Ordine degli Avvocati di Alessandria ha accreditato l'evento con l'attribuzione di n.3 crediti formativi.

Altri articoli...

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4