Affido condiviso

Scritto il . Stampa

Francia: Lo studio Raschetti sulla residenza alternata

Dopo 3 anni dall'introduzione della legge sull'affido condiviso nel marzo 2002, la Francia ha fatto una ricerca basata su prove scientifiche e studi psicologici per vedere quali fossero gli esiti dell'applicazione della residénce alternée (residenza alternata) sulla famiglia separata.

Il titolo del rapporto è più che esplicativo per i risultati raggiunti: "Meriti della residenza alternata per i bambini con genitori separati" (Bien-fondé de la résidence alternée pour les enfants dont les parents sont séparés).

Il rapporto redatto è da Bruno Raschetti per conto des Associations de Défense des Droits des Enfants et de l'Égalité Parentale (associazioni di difesa dei diritti dei minori e dell'uguaglianza genitoriale). Ecco i principali dati raccolti sulla residenza alternata nella casistica analizzata:

  1. permette al minore di mantenere una relazione con entrambi i figli dopo la separazione;
  2. non porta turbamenti maggiori di una residenza monogenitoriale quando la coppia è in conflitto: il minore soffre in entrambi i casi;
  3. l'adattamento non è un problema, il bambino si adatta molto bene ai due domicili, basta adattare il periodo di alternanza all'età e alla maturità del figlio;
  4. la residenza monogenitoriale invece porta a ritardi nello sviluppo degli infanti, rispetto a chi viene cresciuto da entrambi i genitori;
  5. è cruciale nei primi due anni di vita essere allevati dal padre per evitare che ci siano ritardi nello sviluppo cognitivo, ansia e dipendenza elevate, minore socialità;
  6. i minori di sesso maschile sentono molto di più delle femmine la mancanza del padre nei primi due anni;
  7. un uomo è altrettanto capace di una femmina che si occupa di un figlio e che pensare il contrario sia prova di una discriminazione sessista.

Come la Francia molti sono gli stati che utilizzano modelli simili e che vedono paritario il ruolo dell'uomo e della donna dal punto di vista della potestà genitoriale. La Svezia ad esempio, modello di uguaglianza sociale e familiare, usa dal 1983 la residenza alternata (garde conjointe) come formula privilegiata in caso di separazione; la California che da 30 anni permette l'uso della residenza alternata alla coppie separate; il Canada che nel 1998 ha diffuso il rapporto Pour l'amour des enfants e che ricalca i principi della bigenitorialità.

Il rapporto finisce con questa frase: La Francia, paese inventore dei Diritti dell'Uomo, non può non essere alla traina di una tale corrente di uguaglianza.