Ballottaggio primarie, ecco le regole richiesta deroghe anche via mail o fax

 

DAL PROGRAMMA DI RENZI, diritti all'altezza dei tempi (PUNTO 11h) :

FAMIGLIE IN CRISI "

"Riconoscimento ed effettivo rispetto del diritto indisponibile dei figli di genitori separati a ricevere pariteticamente da ciascuno di essi educazione e cura, realizzato attribuendo a ciascuno compiti certi. Un equilibrio di tempi, di sacrifici e di responsabilità, finora teoricamente affermato ma non osservato, che potrà anche assicurare alla donna pari opportunità nel lavoro e nella vita privata."

 

Ballottaggio primarie, ecco le regole
richiesta deroghe anche via mail o fax

Chi potrà votare domenica prossima?  Potrà farlo anche chi ha avuto impedimenti indipendenti dalla propria volontà. La domanda va fatta ai coordinamenti provinciali, aperti domani e venerdì fino alle 20. La risposta arriverà entro il primo dicembre

Il compromesso è stato raggiunto. Dopo un aspro scontro sulle regole per la registrazione al ballottaggio per chi non lo avesse fatto al primo turno, oggi si è trovato un punto comune tra i due sfidanti. Si potrà chiedere una deroga al proprio coordinamento provinciale anche via mail o fax. Mentre, fino a ieri, sembrava si dovesse andare di persona nella sede. I coordinamenti saranno aperti domani e venerdì fino alle ore 20.
 "Ai fini di rendere più agevole lo svolgimento dei compiti che vi sono stati affidati dalla delibera n.25 - è scritto nell'atto rivolto ai coordinamenti provinciali dal coordinatore nazionale di Italia bene comune, Nico Stumpo - per i giorni 29 e 30 novembre 2012, vi consigliamo di organizzare il vostro lavoro raccogliendo fino alle ore 20 di venerdì 30 novembre le richieste in proposito pervenute, anche per fax o per mail, e quindi immediatamente dopo riunirvi per assumere le relative decisioni. Vi ricordiamo che ai lavori può assistere un rappresentante per candidato". Entro sabato 1 dicembre, quindi, "l'elettore deve essere informato se la sua richiesta è stata accettata o meno, insieme al seggio in cui eventualmente votare".In sostanza l'elettore che non ha votato il 25 - ma solo per casi eccezionali, ripetono - dovrà cercare nel sito delle primarie il coordinamento provinciale della sua zona, andarci o scrivere una mail o un fax, spiegare il motivo della sua mancata iscrizione, attendere un responso che dovrebbe arrivare entro il primo dicembre. Ma sia gli indirizzi delle sedi dove recarsi che il sistema di comunicazione saranno online entro il 29.