Notizie

L'affido condiviso resta sulla carta

L'affido condiviso resta sulla carta

E' il momento dei bilanci per la Legge 54, che sancisce l'applicazione dell'affidamento condiviso in caso di separazione o divorzio. E a distanza di quattro anni dalla sua entrata in vigore, è lo stesso autore del testo Marino Maglietta a decretarne il completo fallimento.

Dati alla mano ci si rende presto conto di come l'affido condiviso, ed i principi che ne sono alla base, resti sostanzialmente inapplicato soprattutto secondo Maglietta, cui va il merito di questa rivoluzione nel diritto di famiglia: “per la difficoltà da parte dei giudici a staccarsi da precedenti prassi consolidate, che sono proprio quelle che la nuova legge intende correggere”.

Il principio della “bi-genitorialità”, che la legge avrebbe dovuto promuovere, rimane quindi nella maggior parte dei casi solo un concetto astratto. 

leggi tutto l'articolo